Gli effetti del Covid sul mercato degli affitti: cosa cambia?

Smart working, didattica a distanza e blocco dei flussi turistici hanno inciso sull'andamento degli affitti in Italia

Il mercato immobiliare, come tutti i settori dell’economia, ha risentito inevitabilmente degli effetti della pandemia da coronavirus. Dopo le riaperture di maggio 2020, in tanti hanno preferito rimanere o ritornare nelle loro regioni originarie, per paura di un nuovo lockdown. A farne le spese è stato soprattutto il segmento degli affitti. La maggior parte dei proprietari ha adeguato al ribasso i canoni di locazione in fase di rinnovo e nel frattempo c’è stato un aumento dell’offerta di quelle abitazioni destinate locazioni turistiche quali B&B e case vacanza. A penalizzare maggiormente il settore è stato il blocco dei flussi turistici e la diffusione dello smartworking e della didattica a distanza. 

Richiesta e canoni in calo nelle grandi città

Il calo dei canoni di locazione si è avvertito soprattutto nelle grandi città: i ribassi più importanti si sono avuti a Milano, Bologna e Roma, le metropoli che più di tutte le altre hanno sofferto per il calo dei flussi turistici, degli studenti e dei lavoratori fuori sede. Resta invariata invece la facilità di affitto per soluzioni ben arredate, in ottime condizioni manutentive, in zone ben servite. 

Inversione di tendenza nei capoluoghi di provincia

Diversa la situazione che si registra nelle città di piccole o medie dimensioni dove la domanda è sostenuta e in alcuni casi l'offerta non è sufficiente a coprire le esigenze che emergono dalla domanda. In particolare si è alla ricerca di soluzioni di piccole dimensioni quali monolocali, bilocali e trilocali. 

L'affitto come scelta abitativa

A partire dalla fine dello scorso anno, sembrerebbe che sia aumentata la richiesta di affitti da parte di famiglie e diminuita quella di lavoratori o studenti. I nuclei familiari che non hanno la possibilità di acquistare e scelgono quindi volutamente l'affitto, mirano a cambiare le loro abitazioni, nella speranza di trovare appartamenti di maggiori dimensioni dotati di spazi esterni, sempre a prezzi vantaggiosi, nella speranza, anche in vista di nuove restrizioni, di vivere con maggiore fluidità e comodità i vari ambienti della casa. 

News della stessa categoria

 

Mutui: boom di richieste nel primo trimestre 2021

Nel primo trimestre dell'anno si torna ai livelli pre-Covid
Leggi di più >
 

SismaBonus: cos’è e cosa prevede?

Come funziona, a chi spetta, come si richiede
Leggi di più >
 

Covid-19 e mercato immobiliare: boom di case all’asta

La nuova geografia immobiliare delle case all'asta
Leggi di più >

Cookie e Privacy policy

Questo sito usa cookie di profilazione anche di terzi. Per dettagli clicca sul tasto Leggi di più o, per accettare, clicca sul tasto Accetta.

Leggi di piùAccetta