Bonus affitti under 31, le novità

Quest’anno viene estesa la detrazione anche ai contratti di locazione di singole stanze

Come abbiamo visto nei mesi scorsi il Bonus affitto per i giovani under 31 è stato confermato anche per quest’anno con la Legge di Bilancio 2022 che ha introdotto delle novità. Dopo aver esteso il requisito anagrafico per poter usufruire dell’agevolazione ai giovani tra i 30 e i 31 anni non compiuti, così come sintetizzato dalla circolare n. 9 del 1 aprile 2022 dell’Agenzia delle Entrate, si offre la possibilità di usufruire dello sconto fiscale anche ai casi in cui la locazione riguardi solo una porzione dell’unità immobiliare.

La circolare

Rispetto alla disciplina precedente, la modifica normativa:

  • eleva il requisito anagrafico per usufruire della detrazione dai 30 ai 31 anni non compiuti;
  • estende la detrazione al caso in cui il contratto abbia ad oggetto una porzione dell’unità immobiliare (ad esempio una stanza); 
  • innalza il periodo di spettanza del beneficio dai primi tre ai primi quattro anni del contratto, purché il conduttore si trovi nelle condizioni anagrafiche e reddituali richieste dalla norma;
  • stabilisce che lo sconto fiscale può coprire fino al 20% dell’ammontare del canone, fino a un importo massimo di 2mila euro.

Come fare domanda?

Per poter richiedere il bonus bisognerà comunicare all’Agenzia delle Entrate:

  • dati personali del giovane richiedente;
  • dati relativi alla tipologia di immobile destinato all’abitazione;
  • il contratto di affitto stipulato con il proprietario di casa;
  • la documentazione che accerta la tipologia dell’immobile secondo i requisiti;
  • la documentazione che riporta il reddito annuo del giovane, secondo le soglie massime previste: si potrà presentare l’Isee oppure la dichiarazione dei redditi.

News della stessa categoria

Cookie e Privacy policy

Questo sito usa cookie di profilazione anche di terzi. Per dettagli clicca sul tasto Leggi di più o, per accettare, clicca sul tasto Accetta.

Leggi di piùAccetta