Cedolare secca su locazioni commerciali: la proposta del Governo

La cedolare secca potrebbe essere estesa alle locazioni commerciali: questa l'ultima proposta del governo per la Legge di Bilancio 2023

La cedolare secca è il regime facoltativo, che prevede il pagamento di un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali oltre alla esclusione del pagamento dell’imposta di registro e dell’imposta di bollo, ordinariamente dovute per registrazioni, risoluzioni e proroghe dei contratti di locazione. Al momento possono usufruirne le persone fisiche titolari del diritto di proprietà o del diritto reale di godimento (per esempio, usufrutto), che non locano l’immobile nell’esercizio di attività di impresa o di arti e professioni.

La proposta del governo Meloni

La cedolare secca potrebbe essere estesa nel 2023 anche ai locali commerciali, ovvero ai negozi e ai locali ad uso imprenditoriale. La misura sarebbe una nuova proposta del governo Meloni, e andrebbe nella direzione del sostegno all’imprenditorialità garantendo una agevolazione al pari di quella presente per gli immobili ad uso abitativo. Il viceministro all’Economia, Maurizio Leo, ha recentemente dichiarato "Non vedo perché se concedo in affitto l’unità immobiliare posso applicare la cedolare al 21% o 10%, se invece vado a dare in locazione un immobile commerciale devo pagare l’aliquota progressiva".

Se giudicata fattibile questa decisione potrebbe portare a dei vantaggi non solo proprietari, ma anche per chi utilizza gli immobili. Attualmente infatti, nei casi in cui è stabilita una cedolare secca per gli immobili ad uso abitativo, i proprietari possono risparmiare sulle imposte e questo corrisponde ad un risparmio anche per gli inquilini.

News della stessa categoria

 

Ristrutturare casa, Nomisma svela le scelte degli italiani

Quasi il 40% delle famiglie nel 2022 ha scelto di investire in interventi di ristrutturazione
Leggi di più >

Rubriche

CILA edilizia, che cos’è e a cosa serve

Si tratta della Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata
Leggi di più >

Le richieste del notaio... (parte 1)

Avventure e disavventure di noi agenti immobiliari
Leggi di più >

Scia edilizia: cos’è e a cosa serve

Non va confusa con il Permesso a costruire o con la CILA
Leggi di più >

Cookie e Privacy policy

Questo sito usa cookie di profilazione anche di terzi. Per dettagli clicca sul tasto Leggi di più o, per accettare, clicca sul tasto Accetta.

Leggi di piùAccetta